it de en

Gusto di montagna

Le verdure dell’Alto Adige devono il loro gusto e la loro particolarità alle condizioni climatiche in cui vengono coltivati. Cavolfiore, radicchio, asparagi, rapa rossa, lattuga iceberg, patate, cavolo cappuccio e crauti crescono ad alta quota, ma sono accarezzati dalle miti correnti provenientida sud. Le forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, permettono agli ortaggi di maturare e di sviluppare aromi e sapori inconfondibili. Le giornate assolate e la fertilità del suolo fanno il resto.

In Alto Adige, le verdure si coltivano in Val Venosta, Val Passiria, Valle dell'Adige, Val Pusteria, sul Renon e in Alta Val di Non. Sono principalmente piccole aziende, di solito a conduzione familiare, che si occupano della coltivazione di queste straordinarie verdure. Riveste un ruolo fondamentale il particolare legame che unisce gli altoatesini alla propria terra e alla natura. La verdura dell’Alto Adige cresce all'aria aperta. Ecco perché le piante sono così resistenti. La coltivazione a pieno campo conferisce alla verdura dell’Alto Adige una freschezza e un sapore eccezionale.

Una ricchezza che ispira anche innumerevoli ricette con le verdure. La verdura può essere servita cruda o cotta, adattandosi a quasi tutte le portate: antipasti, primi o secondi. Con le verdure si preparano anche salse, purè, passati e persino succhi.

Consiglio: come conservare gli asparagi
Gli asparagi dovrebbero essere consumati preferibilmente freschi. Per conservarli al meglio, si consiglia di avvolgerli in un panno umido e di riporli in frigo nello scomparto delle verdure.