it de en

Trasparente qualità

La vocazione vitivinicola dei contadini, l’antica e diffusa tradizione e la competenza dei distillatori, rendono la grappa dell’Alto Adige un prodotto unico, di grande pregio e qualità .

La grappa può essere prodotta dalle vinacce – l’insieme di bucce, vinaccioli e lieviti – di uno o più vitigni. Nei giorni che precedono la vendemmia, la concentrazione di zuccheri nell’uva aumenta progressivamente, nella buccia degli acini si depositano preziose sostanze aromatiche, diverse a seconda del vitigno e delle condizioni climatiche. Ecco cosa dà alla grappa il suo inconfondibile carattere. La grappa monovitigno dell’Alto Adige più rinomata è la grappa di Gewürztraminer, un vitigno autoctono aromatico.

La grappa è generalmente cristallina. Solo se trascorre un po' di tempo in una botte di legno assume una colorazione più scura e gli aromi tipici del legno. Le varietà di grappa si distinguono anche in base al periodo di affinamento che precede la vendita. La grappa giovane riposa 6 mesi in recipienti di vetro o acciaio. La grappa è definita vecchia o invecchiata se trascorre almeno 12 mesi esclusivamente in botti di legno. Con una permanenza di almeno 18 mesi in botti di legno, la grappa ha invece diritto alla denominazione di stravecchia o riserva. Nelle distillerie altoatesine è vietato qualsiasi additivo.