it de en
august-2018

Dolci tentazioni della Val Venosta

L'ambasciatrice dell'estate altoatesina riparte in quarta

16/08/2018

Marmellata di albicocca, canederli all'albicocca, grappa all'albicocca - il piccolo frutto tondo è parte integrante dell'estate in Val Venosta. Nel 2018 si prevedono quantità da primato: mentre nel 2016, a causa di danni provocati dal gelo, il 90% del raccolto è andato perso, quest'anno il clima è del tutto favorevole agli agricoltori. Si stima che verranno infatti raccolte all'incirca 500 tonnellate di albicocche - un nuovo record!

Le
albicocche con il Marchio di Qualità Alto Adige vengono raccolte a mano da metà luglio a metà agosto. Le alte temperature delle ultime settimane hanno accelerato il processo di maturazione, riducendo di conseguenza la finestra di raccolta. Ma la qualità delle albicocche del 2018 è soddisfacente, conferma Barbara Gamper dell'ufficio marketing della VI.P (l'associazione dei produttori di frutta e verdura della Val Venosta).

Questo per quanto riguarda i dati. Ma c'è molto di più dietro al piccolo frutto. Ad esempio, sapevate che le albicocche contengono il prezioso beta-carotene, che contribuisce a migliorare la vista e la pelle e a rinforzare le difese immunitarie contro le infezioni? E che sebbene dovrebbero essere consumate a breve dopo la raccolta, è possibile mangiarle anche in inverno? È sufficiente tagliarle a metà, togliere il nocciolo, distribuirle su un piatto e riporle nel congelatore. Dopo un breve shock termico, potranno essere messe in un sacchetto per il freezer e conservate fino in inverno.

Sebbene l'albicocca della Val Venosta sia la più famosa dell'Alto Adige, attualmente vengono coltivate anche altre varietà, quali ad esempio Orangered, Goldrich e Hargrand.

E voi come preferite gustarvi le albicocche? In un caldo tortino con panna, sotto forma di dolci canederli o di marmellata sul pane a colazione.. - vi abbiamo indotto in tentazione?