it de en
juni-04

Aria di estate con le albicocche dell'Alto Adige

Curiosità sul frutto a nocciolo arancione

30/06/2020

Sono piccole e profumate, spiccano con il loro colorito arancio tra i verdi rami degli alberi… a luglio in Alto Adige inizia la stagione delle albicocche! Di già? Ti chiederai. Eh sì, grazie al caldo che ha caratterizzato i mesi primaverili, quest’anno la raccolta inizia già all'inizio di luglio.

La maggior parte delle albicocche con il Marchio di Qualità Alto Adige proviene dalla Val Venosta. Vengono raccolte a mano, una per una, e adagiate nelle cassette. Crescono particolarmente bene in Val Venosta. Il segreto? Sicuramente l'altitudine ideale tra i 500 e i 1.100 metri sul livello del mare, ma non sono da sottovalutare le numerose ore di sole e l’attenta cura dei coltivatori di albicocche. È così che le albicocche della Val Venosta sviluppano il loro aroma unico e conquistano il titolo di frutto estivo per eccellenza.

Oltre all'albicocca della Val Venosta, in Alto Adige vengono coltivate anche altre varietà, come la Goldrich, la Hargrand o la Orange Red. Hanno tutte un gusto diverso. Assaggiale e prova a riconoscerne le differenze.

L'albicocca fa la sua bella figura anche in cucina. Lasciati tentare dai canederli di albicocche, da una dolce confettura di albicocche spalmata sul pane a colazione o da una composta di albicocche per uno spuntino tra un pasto e l’altro. Il nostro consiglio: mescola un po' di nettare di albicocca con acqua minerale. Questa bevanda è meravigliosamente rinfrescante, ideale da sorseggiare nelle calde giornate estive ed è particolarmente apprezzata dai piccoli intenditori.