it de en
februar-2017

Una novità: l’aceto di frutta con Marchio di Qualità Alto Adige

Condimento genuino proveniente da frutta altoatesina

23/02/2017
Sia come condimento che come vinaigrette, l’aceto di vino o di frutta conferisce ai piatti di insalata il giusto aroma speziato. Ma le sue qualità vanno ben oltre. Nella cucina italiana e francese aceti particolarmente pregiati vengono integrati nel menu di degustazione come aperitivi o digestivi.

Uno di questi aceti pregiati, l’aceto di frutta, indosserà presto il Marchio di Qualità Alto Adige. La sua produzione è tra le più antiche al mondo: il mosto di frutta viene fatto fermentare tramite i batteri dell’acido acetico (aceto madre). Solitamente il mosto di mela è il più utilizzato, ma è possibile trasformare qualsiasi frutto in mosto.

Per produrre l’Aceto di Frutta Alto Adige vengono impiegati esclusivamente frutti altoatesini. Questi vengono pressati meccanicamente e il mosto allo stato naturale viene fatto fermentare tramite lievito selezionato. Il tutto avviene in maniera controllata e senza aggiunta di alcol. Questa fase della produzione necessita di una grande quantità di ossigeno. L’aceto di frutta provvisto del marchio di qualità viene ossigenato esclusivamente con l’aria in circolazione, in quanto l’utilizzo di ossigeno allo stato puro non è consentito. I sedimenti risultanti dalla fermentazione vengono rimossi tramite procedimenti interamente meccanici. L’utilizzo di metodi chimici di purificazione è infatti severamente vietato, come anche l’uso di coloranti e conservanti. L’aceto viene poi scaldato delicatamente a 50°C e stagionato per otto settimane, per essere poi versato nelle bottiglie di vetro.

I produttori altoatesini Luggin e Weissenhof vantano già una lunga esperienza nel campo dell’aceto. Il loro aceto di frutta apparirà presto sugli scaffali guarnito del marchio di qualità.

Per ora allietiamo la vostra giornata con la ricetta del carpaccio di cervo su insalatina croccante, un piatto a cui l’aggiunta della vinaigrette conferisce quel magico tocco in più.