it de en

Piccoli frutti dell'Alto Adige

Dalla pianta alla tavola

  • Le fragole e i lamponi Alto Adige sono dolci, aromatici e ricchi di gusto.
  • Grazie ai brevi tragitti di trasporto cui sono sottoposti, i frutti arrivano sulla tavola ancora freschissimi.
  • La raccolta avviene a mano e solo quando è stata raggiunta una certa dimensione.
  • Sia le fragole che i lamponi sono coltivati a pieno campo e, di conseguenza, sono più resistenti.

L'alta quota: il segreto dei piccoli frutti Alto Adige

Poiché i frutti crescono in colture a pieno campo e a quote elevate, le piante sono più resistenti alle malattie. Sulle superfici coltivate fra i 500 e i 1.800 metri d'altitudine, infatti, non sono presenti molte specie di parassiti. Essendo quindi necessaria una minore quantità di fitofarmaci, si rende possibile una coltivazione integrata, nel rispetto dell'ambiente.


Clima perfetto per aromi intensi

Oltre a piante più sane, la coltivazione in montagna assicura anche un incremento del gusto. L’aria fresca di montagna fa in modo che i piccoli frutti maturino lentamente, lasciando al sole tutto il tempo di sviluppare in loro un aroma straordinario. I coltivatori di piccoli frutti si occupano delle piante con la massima cura. Organismi di controllo indipendenti verificano periodicamente che tutto avvenga nel rispetto delle norme vigenti. Il raccolto avviene a mano e con grande accuratezza, selezionando solo i frutti privi di deterioramenti.


Dove si coltivano i piccoli frutti?

I piccoli frutti crescono in Val Vanosta, in Val D'Isarco e in Val Pusteria. La Val Martello, rinomata per la coltivazione delle fragole, ospita ogni anno la Festa delle Fragole. Ma anche in Val D'Ultimo, a San Genesio e sul Renon si coltivano deliziose fragole e lamponi Alto Adige.
Consiglio: tagliare il radicchio
Tagliate il radicchio nel senso della lunghezza senza eliminare la radice bianca: il sapore sarà ancora più intenso!